Scherzi da prete

Monsignor Rino Fisichella proprio non li sopporta certi gesti così retrò. Per questo, dopo aver visto l’esultanza a pugno levato dei tre ragazzi che hanno coordinato la campagna elettorale per le primarie di Bersani, spinto da forte ed impellente necessità pedagogica, probabilmente per avvertire le inesperte pecorelle del suo gregge sull’anacronismo e sulla pericolosità di siffatto gesto, ha sentito l’irrefrenabile bisogno di dire la sua. E lo ha fatto.

L’altra sera, vicino a Bersani c’erano due ragazzi e una ragazza e salutavano a pugno chiuso. Mi domando: cosa c’è di nuovo in questo”?

Attonite le pecorelle non hanno saputo rispondere, in attesa di ulteriori e approfondite indicazioni sul “nuovismo” che, apprendiamo, diventa a tutti gli effetti il moderno metro di giudizio dell’attività temporale della Chiesa. E chi lo avrebbe mai detto? Vale per la politica e non ancora per il resto, è vero. Ma insomma, un po’ di pazienza: la Chiesa ragiona su dimensione millenaria, mica giornaliera come facciamo noi.

Per fortuna che in Italia ci sono ancora persone come monsignor Fisichella, che insieme ad un manipolo di valorosi, combatte per noi la battaglia per il rinnovamento pedagogico ed educativo, contro tutti coloro che invece sanno di vecchio. Anche quando i vecchi bestemmiano a microfoni aperti, raccontando barzellette sconce. Come fece Berlusconi qualche tempo fa. E pure allora Fisichella disse la sua, cercando ancora una volta di fare il meglio per tutti. Disse che non ci dovevamo lasciare scandalizzare: la bestemmia andava contestualizzata. 

A questo punto le incuriosite pecorelle attendono frementi che il monsignore spieghi perché i pugni chiusi no, quelli non si contestualizzano e sanno di vecchio, mentre le bestemmie dette da vecchi sanno di nuovo.

Quando lo farà, finalmente, forse riusciremo a contestualizzare anche lui.

__________

su Twitter: @PArgoneto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...