Dal 4 al 15? Basta una notte, con Palomar

Fossimo nel 1582 ieri sarebbe stato il 4 ottobre. Infatti, esattamente 430 anni fa in una sola notte fecero sparire 10 giorni, passando direttamente dal 4 al 15. Vittime della riforma del calendario ad opera di Clavio, insegnante di mathesis. Teoria musicale, statica, ottica, matematica e, ovviamente, osservazione degli astri i suoi interessi. Astri che, esaminati attentamente, gli permisero di correggere definitivamente la durata dei mesi che, da allora, è rimasta invariata. Gli stessi identici astri fissati con attenzione anche dal signor Palomar, quando si faceva prestare il telescopio da un amico per affrettarsi sul terrazzo della sua abitazione. Puntava lo strumento su Marte, poi su Saturno, infine su Giove. Guardava con cura, percorrendo il cielo attraverso le coordinate che le costellazioni gli fornivano, si soffermava sui particolari. Concludendo che il firmamento è qualcosa che sta lassù, che si vede che c’è, ma da cui non si può ricavare nessuna idea di dimensione o distanza. Distanza che però quaggiù possiamo misurare, senza far inghiottire dal nulla altri giorni. Proprio oggi, 15 ottobre, 89 anni. Buon compleanno, Calvino.

ps. Sto rilfettendo sul fatto che nel 1582 non avrei potuto festeggiare il mio compleanno, che è il 9 ottobre, perchè il giorno semplicemente non esisteva. Come me, d’altronde.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...