Secondo voi esistono i vampiri?

Secondo voi esistono i vampiri? No, non è una domanda retorica. Allora, esistono? Qualsiasi persona di buon senso direbbe di no, ma non è così scontato. A guardare certe trasmissioni televisive sembra che da un momento all’altro me ne possa trovare uno dietro l’angolo, pronto ad azzannarmi alla giugulare solo per fare uno spuntino. E c’è poco da ridere. Ogni settimana milioni di persone sono così consumate dal terrore di vedersi davanti agli occhi un alieno infoiato, pronto ai più perversi esperimenti sadomaso, che cercano rifugio nelle profezie di  Nostradamus, tutte verificate, anche se non si sa da chi.

Non è nemmeno difficile, in alcune trasmissioni TV, riuscire ad ascoltare testimonianze dirette di chi è stato rapito, seviziato, torturato dagli alieni. Però fateci caso: per la maggior parte sono uomini sovrappeso e, quando sono donne, sono tutte cozze. Quindi se gli alieni vengono per loro, ve lo dico onestamente, a me non dà per niente fastidio. Continuino pure. Solo una cortesia: se li tengano. E già che ci sono si prendano pure qualche conduttore TV, preferibilmente da una di quelle trasmissioni che parlano di scienza, dal mitologico e inconcludente Voyager, ai più recenti Mistero e Archimede (se però en passant dovessero decidere di optare per Vespa, Ferrara o Lerner sono sicuro che l’umanità capirà).

Certo, all’inizio non sarà facile riuscire a non sapere più nulla sul Triangolo delle Bermuda, sui cerchi nel grano, piuttosto che sull’uomo con le stigmate di Brindisi o sulla morte di Paul McCartney (quello che canta, si. È morto, anche se ancora glielo devono dire). E poi sul malocchio, se vi interessa sapere cos’è e come si leva, o sul perché le star del rock muoiono tutte a 27 anni (però non ditelo ai Rolling Stones, potrebbero sentirsi in colpa di respirare ancora) o sul perchè fare un viaggio in Austria alla scoperta del tunnel che collega il mondo e che quindi, sicuramente, vi condurrà anche all’Area 51 dove, se sarete fortunati, potrete fare due chiacchiere con quei simpatici omini verdi che nel frattempo si saranno già abbondantemente sfiancati a cercare di capire le articolazioni cerebrali di Giacobbo, della Barale e dell’enigmatico Bossari.

E non è una questione solo di TV, purtroppo. Solo pochi mesi fa abbiamo ascoltato le esternazioni del vicepresidente nazionale del CNR de Mattei che ha definito il terremoto del Giappone un “aspetto terribile della benevolenza divina” e quello di Messina dei primi del novecento come un “castigo di Dio contro la deriva morale” ateista di quella città. Siamo tutti in attesa che si pronunci anche su quello recente dell’Emilia, anche se non ho grossi dubbi sul fatto che stavolta, toccando al Dio dei musulmani togliersi qualche sfizio, sia molto probabile si tratti di una azione ritorsiva per via dello sterminio dei maiali perpetrato in quella zona.

E arriviamo al tunnel della Gelmini, ai neutrini più veloci della luce e a Zichichi più veloce pure dei neutrini, al ministro Profumo che dice di voler premiare gli studenti meritevoli agevolando le imprese che li assumeranno. Viene da supporre che senza l’incentivo le imprese abbiano una naturale tendenza a prendere i brocchi. O che abbiano bisogno di uno stimolo per fare nient’altro che i loro interessi.

Come se mi servisse un incentivo per uscire con Charlize Theron perché altrimenti, fosse per me, preferirei Marisa Laurito.

È notizia di questi giorni che Claudio Bisio lascerà la conduzione di Zelig dopo dodici anni, in cerca di nuovi stimoli. Ecco, Bisio: pensa al mondo della scienza. C’è spazio per tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...